Programmi

Con i tantissimi software che trovi sul web che permettono di scavare a fondo tra i tuoi dati, la sicurezza e la privacy sono ormai andate a farsi benedire. Purtroppo, anche effettuando una cancellazione di messaggi, di chiamate, delle note e di altre cose sul tuo cellulare è possibile recuperare il tutto usando appositi programmi in grado di trovare gli archivi in cui questi file sono contenuti.

Un servizio di questo tipo è DEFT Linux e consente di recuperare SMS cancellati su Android con pochi e semplici clic. Prima di tutto, ti informo che hai bisogno di avere installato nel tuo telefonino un file manager per riuscire a dare un’occhiata ai file di sistema di Android. Quando hai fatto ciò, apri le Impostazioni e recati nella sezione con la voce Root Explorer.

Torna nel file manager e clicca sul pulsante Su per raggiungere la cartella della tua memoria interna. Appena sei arrivato recati nel seguente percorso: data/data/com.android.providers.telephony/database. Nella cartella in questione trovi riepilogati sia gli SMS sia le chiamate fatte fino a questo momento. Premi su mmssms.db e su telephony.db e seleziona Condividi per inviare i file via email.

Adesso apri DeftLinux.net per scaricare il seguente programma nel tuo computer. Avvia il software e recati in DEFT/MOBILE FORENSICS e seleziona SQLITE DATABASE BROWSER; fai clic su OPEN, spostati su SMS e clicca ancora su OPEN. Apri BROWSE DATA e seleziona SMS per i messaggi oppure CALLS per le chiamate. Ora vedrai l’intero elenco dei tuoi vecchi file nonostante li avessi già cancellati da tanto tempo.

Quante volte hai scaricato una canzone nel tuo computer e ti sei ritrovato un file pieno di difetti? La base di sottofondo non è un granché, la voce si sente male, il file ha una qualità ridotta e così via? Da oggi hai la possibilità di sistemare il file audio in questo facendo uso dei principali programmi del momento. Prenditi qualche minuto di pausa che ti spiego come modificare una canzone in men che non si dica.

Prima di cominciare, devi sapere che esistono numerosi programmi per modificare una canzone o un file audio in generale. I servizi di questo tipo sono molteplici: puoi decidere di tagliare un brano musicale direttamente su internet, di aggiungere effetti al file per migliorarlo, di rimuovere la voce per avere solo il sottofondo e tanto altro. Vediamo subito quali sono i principali strumenti del momento!

Il primo programma che ti consiglio di provare per editare i file audio prende il nome di Audacity. Se hai letto spesso i miei articoli fino ad ora, sono certo che hai già sentito parlare di quest’ultimo. E’ una soluzione gratuita ad i vari software a pagamento di questo settore, ma non ha proprio nulla da invidiare. E’ facile da usare ed offre caratteristiche notevoli!

Per eseguire il download di Audacity, collegati nel sito e premi sul link Scaricate Audacity 2.0.5 per Windows 2000, XP, Vista, Windows 7 e Windows 8 che trovi situato al centro della schermata. Se invece hai un Mac o un computer con sistema operativo Linux, non devi far altro che cliccare sulla voce Tutti i download Audacity per visualizzare le versioni alternative del software.

Hai bisogno di un software per tagliare un pezzo di audio della canzone perché vuoi usarla come suoneria del tuo cellulare? Devi registrare la voce di una persona con una ottima qualità e non sai qual è il servizio giusto per te? Devi modificare un file MP3 per migliorarlo o aggiungere numerosi effetti? Il programma che ha una risposta a queste domande si chiama Mp3DirectCut!

Per scaricarlo nel tuo computer, collegati nel portale ufficiale al link Mpesch3.de1.cc e premi sulla voce Download collocata al centro della schermata. Per avviare il download, clicca su uno dei link situati sotto alla frase Download mp3DirectCut 301 KB · simple installer (selfextracting zip) · Freeware. Il prodotto è totalmente gratuito e disponibile in lingua inglese!

Infine, se sei un utente alle prime armi e non hai una grande esperienza nell’editare i file audio, ti invito a provare Free Audio Editor! E’ un tool per l’audio a dir poco impressionante poiché, oltre ad essere semplice da utilizzare, propone una quantità immensa di filtri ed effetti per personalizzare e modificare una canzone. In poche parole, è perfetto per te!

Per scaricare il programma, collegati nel sito al link Free-audio-editor.com e premi sul pulsante Download now che trovi in basso alla schermata. Tra le funzioni offerte dal software, puoi trovare perfino il Text to Speech o il registratore di file audio. L’applicazione è gratuita, è disponibile solo in lingua inglese e propone un’interfaccia intuitiva. Provalo!

Navigare su internet può essere un ottimo metodo per passare il tempo, ma può rivelarsi anche alquanto pericoloso. Come proteggere il computer su internet? Per mettere al sicuro il tuo dispositivo, non devi far altro che installare il programma che sto per presentarti oggi. Il suo nome è AVG Secure Search, un software facile da usare che ti permette di godere di una sicurezza incredibile.

Ma come funziona AVG Secure Search? Prima di collegarti ad un particolare sito web, il servizio ti informa se è sicuro o meno. Ogni pagina viene controllata in modo accurato prima di effettuare la connessione ad essa. In tal modo, non hai la necessità di aprire un sito per scoprire se rischi di prenderti dei virus, bensì ci penserà AVG a tenerti informato su ogni cosa.

AVG Secure Search offre un livello di sicurezza aggiuntivo durante l’esplorazione e la ricerca sul Web che assicura la protezione dai siti infetti. Ogni pagina Web viene controllata prima di fare clic su un collegamento, per proteggere l’identità, le informazioni personali e il PC.

AVG Secure Search fornisce una classificazione chiara di ogni collegamento presente nei risultati di ricerca, consentendo di valutare il livello di sicurezza dei siti prima di visitarli. Quando il sito web è scelto come sicuro, vedrai un riquadro di colore verde. Se invece il sito è poco sicuro, vedrai un riquadro rosso con una x al centro.

AVG Secure Search offre un livello di sicurezza senza confronti, con una protezione preventiva e in tempo reale per l’esplorazione e la ricerca sul Web. Se si tenta di accedere a una pagina Web infetta che AVG ha valutato come “pericolosa”, AVG Secure Search avvisa l’utente e impedisce l’apertura della pagina mostrandoti un messaggio come il seguente:

Pericolo! Il sito web che stai per visitare contiene virus pericolosi e non è sicuro per la navigazione. L’accesso al link è stato bloccato per la tua protezione.
Una volta che visualizzi tale messaggio, puoi decidere di sbloccare il link premendo su Sblocca oppure di visitare un altro sito web. Ti consiglio di evitare di entrare in portali poco sicuri, poiché il rischio di prendersi dei virus è decisamente alto. Per avviare il download di questo software, collegati all’indirizzo ufficiale di Avg.com e fai clic sul pulsante Download gratuito che trovi situato al centro della schermata.

Hai una serie di belle immagini che hai intenzione di condividere sui tuoi account di Facebook, Twitter ed Instagram ma ti sei accorto che la maggior parte di esse sono tagliate in una maniera orribile? Nessun problema, perché esistono tanti di quei programmi per ritagliare le foto che non hai nemmeno idea. Come dici? Hai un Mac? Non importa, infatti sono disponibili tanti servizi anche per questo sistema!

Ti ho già mostrato in passato delle applicazioni web come Resizeyourimage e Picresize che ti danno modo di editare le tue immagini in maniera totalmente innovativa, senza dover scaricare alcun software nel tuo PC. Ma se vuoi specializzarti in questa pratica, oggi ti presento due ottimi strumenti che prendono il nome di Fotor e Skitch!

Skitch – E’ una bella applicazione che ti permette di modificare le tue immagini con tante interessanti opzioni. L’editor non è pieno zeppo di effetti, però è facile da usare ed è completamente gratuita. Ti permette perfino di disegnare qualcosa a mano libera, così da creare un’immagine del tutto tua. Infine, potrai ritagliare la foto con Mac ed inserire commenti e didascalie.
Fotor – Questo programma è uno dei più completi disponibili in rete per Mac. Al contrario di altri software come Adobe Photoshop, esso è davvero semplice da usare ed è adatto anche ad i meno esperti di questo particolare settore. Sono presenti ben 60 effetti e 13 funzioni che ti danno modo di migliorare l’immagine in questione. La sua unica pecca è che sono disponibili pochi formati in uscita

Molto interessante.

Ti capita, a volte, di dover svolgere delle azioni ripetitive sul tuo pc? Ad esempio, se hai aperto più pagine web, ognuna contenente un’immagine e vuoi salvare ogni immagine sul tuo pc, dovresti cliccare con il tasto destro del mouse su ogni immagine e scegliere Salva immagine con nome, chiudere la pagina e ripetere la stessa operazione sull’altra. Bene, con il programma che vi presento potete registrare le azioni da ripetere e il programma le eseguirà per quante volte volete.

Scarica il software Autohotkey dal sito, installalo ed esegui il programma per registrare le azioni: AutoScriptWriter.exe (recorder). Ora, quando sei pronto, puoi cliccare sul tasto Record per registrare le operazioni che dovrà eseguire in automatico il programma.

Per esempio, risolviamo il problema descritto nell’introduzione. Supponiamo il caso in cui si hanno più finestre aperte (non ridotte ad icona) in modo tale che se ne chiudiamo una ci appare una finestra delle stesse dimensioni della precedente. In Autohotkey clicchiamo su “Record” e vediamo che il programma si riduce ad icona. Ora eseguiamo le operazioni:
Andiamo sull’immagine da salvare
Clicchiamo con il tasto destro sull’immagine
Clicchiamo su “Salva immagine con nome”
Clicchiamo su “Salva”
Chiudiamo la finestra contenente l’immagine
Clicchiamo su “STOP” in alto a sinistra.

Abbiamo finito di registrare. Ora in Autohotkey clicchiamo su “Save”, diamo il nome al file di registrazione e clicchiamo su salva. Clicchiamo su “Exit”. Andiamo sul file salvato e apriamolo con il blocco note. Nel file sono presenti i comandi in sequenza. Per far ripetere le stesse operazioni per tot volte, prima dei comandi inseriamo la riga “Loop 10” e dopo “{“. Alla fine, dopo i comandi inseriamo la riga “}”. Nell’esempio il numero di ripetizioni è 10 (Loop 10) ma puoi cambiarlo a piacimento. Per rendere meglio l’idea:

Loop 10
{
lista di comandi
}

Per fare eseguire le operazioni bisogna assegnare al file un tasto di scelta rapida. Inseriamo altre righe nel modo seguente

!a:
Loop 10
{
lista di comandi
}
return

in questo modo abbiamo assegnato il tasto di scelta rapida “Alt-a” il che significa che per lanciare le operazioni dal desktop basta tenere premuto i tasti “Alt” e “a”. Al posto di “a” possiamo usare qualsiasi altro tasto. Salviamo il file.

Facciamo doppio clic sul file salvato e vedremo che appare un’icona contenente una “H” nella Tray Bar in basso a destra. Quando siamo pronti lanciamo le operazioni con il tasto di scelta rapida e il programma le eseguirà automaticamente. Per modificare qualsiasi parametro delle operazioni c’è una guida del programma contenente tutti i comandi. E’ consigliabile, in fase di registrazione, eseguire le operazioni lentamente, facendo delle pause tra un’operazione e l’altra in modo tale da non avere problemi nell’esecuzione. Se, in fase di esecuzione, le operazioni vengono eseguite troppo velocemente, consulta la guida per introdurre il parametro Sleep.

Molto interessante.