Sembrerebbe strano ma molto spesso è così, e ultimamente è sempre più frequente pagare di più che in italia anche se i prezzi iniziali sono molto più bassi negli usa. Risulta essere chiaro però che non dipende dai venditori ma da un sistema non molto carino.

Se decidete di comprare un prodotto online negli usa perché attratti dal prezzi quasi sempre o sempre molto più basso che in italia o in europa dovete prestare molta attenzione ad alcune cose che non sempre sono facili da sapere e che a volte i venditori stessi non vi comunicano … anche perché, purtroppo, non sono tenuti a farlo. Questo vale sia per gli acquisti su eBay che su qualsiasi sito online, relativamente ai quali consigliamo anche di leggere questa guida sul sito Giovanniscrofani.com.

La rima cosa da fare oltre a vedere il prezzo di base del prodotto, è calcolare con precisione le spese di spedizione della merce, che per viaggi da oltreoceano sono spesso molto elevate, in quanto le spedizioni sono effettuate per posta aerea ed a volte i terminali di dogana non si trovano neanche nel nostro paese, ciò comporta un viaggio più lungo e spese maggiori,ma fino a questo punto non ci sono grandi difficoltà!

Tenete presente che alcuni siti applicano come costo di spedizione una percentuale sul valore del prodotto mentre altri applicano delle spese in base al peso od al volume …. Quindi chiedere sempre con una email il costo reale al venditore, e non fidarsi di quello indicato sul sito che, come è capitato a volte a me, non viene aggiornato in modo frequente. In genere i negozianti americani vi rispondono in brevissimo tempo.

Ora viene il bello, anzi il brutto. Come calcolare le altre spese relative all’acquisto di prodotti usa. Le varie tasse che si devono aggiungere al costo del prodotto, comprensivo di vat americana ( diciamo l’iva usa) e di spese di spedizione sono le seguenti:
iva con l’importo classico del 20% calcolato sul totale del valore della merce quindi costo prodotto + vat + spese di spedizione. Come si può capire, in pratica si pagherà per 2 volte iva, una americana vat e una italiana iva, che bello!!
dazio doganale, che dovrebbe essere intorno al 4% del valore della merce così espresso: costo del prodotto + vat + spese di spedizione + iva !!! Non si finisce mai di pagare. Questo dovrebbe essere tutto anche se a volte potrete trovare delle piccole spese aggiuntive per il trasporto dalla sede di dogana fino a casa vostra, non chiedetemi perché, non sono mai riuscito a capirlo!

Ora vi faccio un esempio a me capitato: ho acquistato un prodotto su ebay da un venditore usa al prezzo di 187 euro + spedizione di 43 euro comprensivo di vat per un totale di 230 euro. Il costo più basso in italia compresa la spedizione era di 290 euro, quindi avrei avuto un risparmio di 50 euro tondi tondi. Ho deciso di prenderlo perché gli altri prodotti da me già acquistati in usa erano passati in dogana e giunti a me senza controlli e quindi senza ulteriori spese.

Questo prodotto è stato invece controllato e le spese aggiuntive sono state quelle che vi ho indicato nei 2 punti sopra elencati e cioè l’iva 20% ed il dazio del 4 % circa. In più ho avuto anche un ulteriore spesa per la spedizione per il corriere di 13 euro per un totale di 300 euro puliti puliti, 10 euro in più del prodotto acquistabile in italia. 70 euro tra tasse dogana e ulteriore somma per la spedizione …..fatevi bene i conti prima di acquistare negli usa e fatelo quindi solo se, sommando tutte le spese, è ancora conveniente rispetto all’italia o all’europa!

Capita che a volte la merce non venga controllata alla dogana e quindi riesca a passare senza ulteriori costi, in questo caso potete ritenervi fortunati e risparmierete una discreta somma di denaro rispetto al valore del prodotto ordinato. Un consiglio, non fate scrivere la scritta gift sul pacco dal venditore. Gift significa regalo e questi pacchi vengono sicuramente controllati in quanto in passato tutto veniva contrassegnato con questa scritta la fine di evadere i controlli.
In oltre fate scrivere sullo stesso il valore della merce , eviterete cosi dei ritardi dovuti alle richieste cha la dogana dovrà fare al venditore per sapere l’importo del prodotto, in caso di controllo, al fine di applicare le dovute tasse e dazi! A volte in dogana i pacchi vengono controllati all’interno se non si riesce a sapere l’importo esatto e se hanno qualcosa di sospetto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *