Il backup o la copia di sicurezza consiste nel creare un duplicato dei file presenti sul disco rigido, su diversi supporti di memoria.

In grandi aziende il backup viene svolto anche più volte al giorno per evitare il rischio di perdere dati importanti in caso di guasti.

Importante potrebbe però essere effettuare il backup dei dati anche di un solo computer, di quello di ognuno di noi! Il consiglio sarebbe di effettuarlo settimanalmente o quantomeno una volta al mese.

Questo perchè, avendo a che fare con delle macchine, fondamentalmente fragili, non c’è mai sicurezza che tutto funzioni sempre bene e per sempre le precauzioni non sono mai troppe!!!

Facilmente basterebbe fare il semplicissimo copia e incolla che è la prima cosa che si impara a fare quando si prende un mouse in mano. Altra soluzione sarebbe fare la altrettanto semplice masterizzazione dei file. Ancora ulteriore soluzione, che è quella di cui vi parlo ora, è il backup sfruttando una funzionalità di windows.

Tale funzionalità consente il backup di dati, programmi impostazioni e tutto quello che voi possiate immaginare.
Per accedere al backup, seguire il percorso: start, programmi, accessori, utilità di sistema, backup.
Se non avete mai lanciato prima la procedura di backup, si aprirà la schermata iniziale della procedura di backup che porterà passo passo fino alla fine: la procedura è una procedura guidata per cui è relativamente facile da seguire.
Alla prima schermata, quella di presentazione, lasciare il flag su “avvia sempre in modalità guidata”(tanto lo si può sempre togliere in futuro) e cliccare su avanti.

Selezioniamo dunque “backup dei file e delle impostazioni” e andare su avanti.
A questo punto bisogna scegliere gli elementi di cui si vuole fare il backup, quindi cliccare su avanti. Le prime tre seguono lo stesso processo, la quarta invece permette di selezionare i singoli file di cui fare il backup e poi segue lo stesso procedimento degli altri.
A questo punto bisogna selezionare il percorso dove andare a salvare i dati: basta cliccare su sfoglia e scegliere una destinazione. Impostare, quindi, il nome del backup e cliccare ancora su avanti.

A questo punto cliccando su fine, inizia la procedura di backup altrimenti, cliccando su avanzate, si possono scegliere delle opzioni aggiuntive.
Clicchiamo, ovviamente, su avanzate.

Scegliamo il tipo di backup (io ho sempre lasciato su normale) e clicchiamo avanti.
Qui si può aggiungere una verifica sui dati di cui si effettuato il backup che secondo me non guasta mai. Clicchiamo sempre su avanti.

Decidere se aggiungere ai backup già creati in passato o se sostituirlo a quelli esistenti. Clicchiamo su avanti.
Possiamo decidere di farlo subito o in futuro impostando in tal caso la data e l’orario di partenza del processo.
Se scegliete subito, cliccando su avanti arrivate al termine della procedura.
Se scegliete di pianificare il processo di backup per una data differita vi chiederà una password di protezione e poi vi porterà alla fine della procedura.

A questo punto, cliccando su fine, il processo ha inizio e apparirà una pop up con le informazioni su quanto sta avenendo: stato, tempo trascorso e residuo e altre info più o meno utili.
Bisogna ovviamente attendere che il processo finisca: a seconda di quanta sia la roba di cui si sta facendo il backup ci vorrà del tempo. Una volta finito il backup farà in automatico anche la verifica se la avevate impostata.
Il processo termina quando compare il pulsante chiudi. Se avete voglia potete anche guardare il rapportino ma cliccare su chiudi basterà per chiudere la finestra visto anche che nel rapportino le cose interessanti sono davvero poche.
Il backup è terminato. è stato creato un file nella posizione che avevate deciso voi. Per sicurezza potete copiarlo su un dispositivo come un hard disk esterno, sono disponibili anche hard disk esterni economici, come spiegato su Oscardelrisparmio.it.

Se avrete necessità di riportare i file di cui avete effettuato il backup, sul pc basterà cliccare due volte sull’icona del file creato e seguire le istruzioni a video.
Sulla prima schermata che si aprirà basterà solo cliccare su avanti.
Selezionare “ripristino dei file e delle impostazioni” e quindi avanti.
Selezionare quindi il nostro file e clccare su avanti.

Cliccando quindi su fine, il file provvederà a ricopiare i dati precedentemente recuperati nel percorso identico a quello in cui era salvato precedentemente.
Anche qui apparirà una popup a indicare lo stato di avanzamento della copia.
Ci metterà il suo tempo. Basterà cliccare su chiudi al termine della procedura per decretare la fine.
Il gioco è fatto.

Volendo esistono anche una serie di programmi che si occupano di fare il backup, ma quello offerto dal pacchetto windows penso vada più che bene.
Spero di essere stato utile

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *