Se usi il programma di Excel e hai bisogno di aggiungere velocemente decimali o di toglierne dai numeri che hai scritto, bastano pochi click per effettuare un’operazione di questo genere in automatico. Risulta essere facile e veloce oltre che molto utile per non sbagliare ad aggiungere zeri manualmente.

Apri il tuo computer e con un doppio clic apri anche il programma di Excel per lavorare con i fogli di calcolo. Se hai già un documento su cui lavorare aprilo, altrimenti inizia a riempire le celle con i numeri che ti interessano, spostandoti di cella in cella fino a quando hai terminato di scrivere.

A questo punto basta che ti porti nel menù in alto della schermata dove trovi alcuni zeri scritti insieme, solitamente posizionati dopo il simbolo % che indica la percentuale. Il primo simbolo è caratterizzato da uno zero in alto seguito sotto da due zeri, il secondo invece da due zeri in alto ed uno solo sotto.

Se desideri aumentare i decimali clicca sul primo simbolo e subito nella cella che ti interessa e al numero sarà seguito un decimale, mentre se invece desideri ridurre i decimali clicca sul simbolo seguente e avrai la riduzione. Naturalmente è possibile sullo stesso numero, in caso di sbaglio, passare dall’uno all’altro.

Ti capita, a volte, di dover svolgere delle azioni ripetitive sul tuo pc? Ad esempio, se hai aperto più pagine web, ognuna contenente un’immagine e vuoi salvare ogni immagine sul tuo pc, dovresti cliccare con il tasto destro del mouse su ogni immagine e scegliere Salva immagine con nome, chiudere la pagina e ripetere la stessa operazione sull’altra. Bene, con il programma che vi presento potete registrare le azioni da ripetere e il programma le eseguirà per quante volte volete.

Scarica il software Autohotkey dal sito, installalo ed esegui il programma per registrare le azioni: AutoScriptWriter.exe (recorder). Ora, quando sei pronto, puoi cliccare sul tasto Record per registrare le operazioni che dovrà eseguire in automatico il programma.

Per esempio, risolviamo il problema descritto nell’introduzione. Supponiamo il caso in cui si hanno più finestre aperte (non ridotte ad icona) in modo tale che se ne chiudiamo una ci appare una finestra delle stesse dimensioni della precedente. In Autohotkey clicchiamo su “Record” e vediamo che il programma si riduce ad icona. Ora eseguiamo le operazioni:
Andiamo sull’immagine da salvare
Clicchiamo con il tasto destro sull’immagine
Clicchiamo su “Salva immagine con nome”
Clicchiamo su “Salva”
Chiudiamo la finestra contenente l’immagine
Clicchiamo su “STOP” in alto a sinistra.

Abbiamo finito di registrare. Ora in Autohotkey clicchiamo su “Save”, diamo il nome al file di registrazione e clicchiamo su salva. Clicchiamo su “Exit”. Andiamo sul file salvato e apriamolo con il blocco note. Nel file sono presenti i comandi in sequenza. Per far ripetere le stesse operazioni per tot volte, prima dei comandi inseriamo la riga “Loop 10” e dopo “{“. Alla fine, dopo i comandi inseriamo la riga “}”. Nell’esempio il numero di ripetizioni è 10 (Loop 10) ma puoi cambiarlo a piacimento. Per rendere meglio l’idea:

Loop 10
{
lista di comandi
}

Per fare eseguire le operazioni bisogna assegnare al file un tasto di scelta rapida. Inseriamo altre righe nel modo seguente

!a:
Loop 10
{
lista di comandi
}
return

in questo modo abbiamo assegnato il tasto di scelta rapida “Alt-a” il che significa che per lanciare le operazioni dal desktop basta tenere premuto i tasti “Alt” e “a”. Al posto di “a” possiamo usare qualsiasi altro tasto. Salviamo il file.

Facciamo doppio clic sul file salvato e vedremo che appare un’icona contenente una “H” nella Tray Bar in basso a destra. Quando siamo pronti lanciamo le operazioni con il tasto di scelta rapida e il programma le eseguirà automaticamente. Per modificare qualsiasi parametro delle operazioni c’è una guida del programma contenente tutti i comandi. E’ consigliabile, in fase di registrazione, eseguire le operazioni lentamente, facendo delle pause tra un’operazione e l’altra in modo tale da non avere problemi nell’esecuzione. Se, in fase di esecuzione, le operazioni vengono eseguite troppo velocemente, consulta la guida per introdurre il parametro Sleep.

Molto interessante.

Oggi sono in parecchi coloro che hanno in casa molti apparati da collegare al proprio router. Tra computer, stampanti da condividere ed altro, infatti, a volte ci si rende conto che le porte che lo stesso ha non bastano più. Ecco allora che bisogna ricorrere a qualcosa di diverso. Questa guida può, in questo caso, esserti d’aiuto a risolvere il problema.

Se le porte del tuo router non ti bastano più perchè in casa hai magari più di un computer, ed oltre ad essi hai anche delle stampanti, scanner o altro che vuoi condividere, ti sarai reso conto che, per questo scopo, anche essi devono occupare una porta di rete del router. In questi casi potrebbe essere utile sostituire il proprio router con un router wifi, che permette di sfruttare la rete wireless per collegare i dispositivi.

Questi dispositivi, relativamente ai quali è possibile vedere questo sito, hanno però un costo. Per aiutarti a sopperire alla mancanza di porte di rete, può venirti utile quindi utilizzare uno switch.

Come aprire le porte del router per scaricare più veloce con emule
Lo switch non è altro che un apparecchio che funge da moltiplicatore di porte. Infatti in esso vi sono più prese di rete. Utilizzane una per collegarlo al router ed usufruisci delle altre quattro per collegare altrettanti apparati, così come se li collegassi al router stesso.

Esternamente si presenta come il router stesso, con delle luci che indicano se è alimentato o meno e se vi sono le porte occupate. Sul retro vi è la presa dove inserirai lo spinotto dell’alimentatore, ed altre porte di rete che, come detto, userai per collegarci gli altri apparati della tua rete,dicendo definitivamente addio ai problemi che ti assillavano fino a questo momento, e condividendo tutti i dispositivi che vuoi nella massima semplicità.

Firefox è uno dei browser più utilizzati al mondo. Molto utile soprattutto per i suoi componenti aggiuntivi che lo rendono molto efficace. Capita però che questo Browser occupi parecchia memoria, portando un notevole rallentamento della navigazione. Con Cache Status il problema può essere risolto.

Cache Status è un addon gratuito per Firefox. Con Cache Status è possibile liberare la memoria occupata da questo browser Internet. Così facendo la velocità di firefox e le prestazioni saranno migliori.
Collegati a questa pagina. Clicca su ‘aggiungi a firefox’ ed installa il software.

Cache Status si integra nella finestra del browser. Lo troverai in basso a destra della finestra stessa. Quando Firefox è lento, clicca l’ addon con il tasto destro del mouse e nel menu che appare clicca la voce che t’interessa. Puoi azzerare i dati utilizzati dal disco, dalla cache RAM o da entrambi.

L’ addon Cache Status ha un valore di soglia predefinito. Quando questo valore sarà raggiunto, in automatico la Cache Status azzererà la cache RAM e Disco. Se vuoi puoi anche impostare Il valore di soglia. Clicca sul menu strumenti, poi portati sulla voce ‘Componenti aggiuntivi’, ‘Cache Status’ ed Opzioni

Molto spesso, il tuo computer diventa più lento. Le cause possono essere molte ma la più frequente è data dal fatto che nel momento in cui installi un programma, ci sono anche altri processi che si avviano automaticamente all’accensione del tuo PC. Con questa guida vorrei darti alcuni consigli su come fare a rendere più veloce l’avvio del tuo PC.

Come ho gia scritto prima, ogni volta che installi un nuovo programma nel registro di sistema vengono scritti nuovi valori, nuovi files e directory che occupano spazio sull’ harddisk. La prima cosa che devi fare è semplice, devi cliccare su Start, poi vai su Esegui e digita msconfig. Dopo aver fatto questo si aprira’ una finestra.

Ora sei pronto ad iniziare il secondo passo, questo è semplice come primo. All’apertura della finestra di configurazione di sistema, devi cliccare su Avvio nella parte alta della finestra. A questo punto puoi deselezionare i programmi che non vuoi che vengano caricati automaticamente all’avvio del sistema senza comunque comprometterne il funzionamento.

La cosa importante è che non devi deselezionare programmi come software, file di sistema, firewall, antivirus o altri che controllano la sicurezza del tuo computer, poiché non avendo più questi installati sul PC potresti avere dei problemi maggiori.